Il viaggio in moto da due punti di vista

Dal terrazzo della Basilica

Mi è passata la voglia di stancarmi di strada, almeno per un paio di settimane. Ne approfitto per vedere un luogo che non è mai stato aperto al pubblico, ed è vicino a casa. Prima però, il classico giretto nei Colli Berici, ma sempre nelle strade alternative alla ormai noiosa Dorsale.

Erano anni che non entravo nella chiesa di Monte Berico, me la ricordavo molto più grande, ma è rimasto quasi tutto come una volta, a parte i monitor posti sulle colonne per vedere l’altare e i preti che dicon messa. Son moderni pure loro: marketing con obiettivi di fidelizzazione; ora gli manca qualche pagina nei social, il sito però esiste.

Intanto il temporale incombe e  la pioggia si vede non molto lontana.

Di corsa in centro, dove il grigiore del cielo fa risaltare quel grande tetto verde rame della Basilica Palladiana, finalmente ristrutturata e pulita a dovere. Un capolavoro che tutti ci invidiano e che ha ispirato generazioni di architetti. Da qualche giorno, fino a fine settembre 2013 (condizioni meteo permettendo) è aperta la terrazza, da cui si può vedere Vicenza da una prospettiva a cui non si è abituati. Stupenda.

Lì sopra c’è anche un cocktail/spritz bar dove fare un aperitivo, ed è grazie a questo che si può visitare questo nostro gioiello, gratuitamente.
Idea semplice ed efficace, bravo chi ha saputo realizzare e organizzare tutto ciò e soprattutto bravo a chi ha concesso l’autorizzazione.

E dalla piazza si sentivano le note di un notevole chitarrista che accompagnavano la vista del panorama.
Ora insieme alle prime gocce di pioggia.

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2017 Due In Sella

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.