Il viaggio in moto da due punti di vista

Questo non è un mare

Ieri, con quella giornata di sole, ho avuto la brillante idea che ha avuto anche tutto il ceto medio-basso dei veneti di andare al mare. Si, mare si fa per dire: Sottomarina (o sozzomarina) è un ammasso di sabbia, immondizia, alghe, e persone che se potessi eliminerei dalla faccia della terra.

La Zavorrina è ancora nel pieno della tesi, e io non avevo voglia di stare a casa. A dire il vero non volevo neanche uscire con nessuno, e volevo starmene un po’ per i fatti miei. Così 80 km dopo, circa un’ora di strada e più 20 minuti di colonna, mi son ritrovato nella località balneare preferita da tutti i padovani, con tutti i padovani e non solo: c’era chi aveva un’Alfa con assetto ribassato e “un impianto che è costato dei milioni” e se ne vantava, qualche altro folle con la moto, e uno sproposito di famiglie con i cani, coppiette di fidanzatini con i cani, e c’erano anche tanti cani che giocavano con l’immondizia.

Poi ho visto anche una giovane coppia che faceva giocare il figlio di 2-3 anni con la paletta, il secchiello e le alghe, in riva alla sporcizia, e quei 2 genitori si divertivano pure a far le foto al loro pargolo che tanto si divertiva. Dopo poco più di mezzora mi sono rotto le palle, sono andato verso la moto e ho fatto 25 minuti di colonna per uscire dalla bolgia (3 km in totale), per immettermi in mezzo al traffico intenso e filare via verso casa. Se portavo con me la telecamera avrei potuto girare un documentario e chiamarlo “La Grande Bellezza”, e magari un giorno vincere pure un oscar per aver descritto la decadenza del Bel Paese.

Non è che non mi piaccia il “mare”, è fantastico ed emozionante vedere tutta quell’acqua che finisce all’orizzionte, davvero. La cosa che non capisco però è che le stesse condizioni di traffico e sporcizia, unita ad un turismo di massa di gente modaiola, abbronzata e perditempo c’è ogni giorno dell’anno, non solo in estate. Probabilmente sono io limitato, ma datemi almeno 2 buone ragioni per andare al “mare”. Me ne bastano 2.

Next Post

Previous Post

Lascia un commento

© 2011-2017 Due In Sella


Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.