Il viaggio in moto da due punti di vista

Mistico

MRM, detto anche Mistico, è un mio caro amico che dopo tanti anni di titubanza ha finalmente comprato la moto. Mistico può vantarsi di ben tre nomi comuni all’anagrafe, oltre che esponenziali possibilità di soprannomi derivanti dalle avventure o dai suoi stessi nomi.

Dopo un anno e tanti inviti o promesse vane (da ambo le parti), siamo riusciti a trovarci per fare un breve giro domenicale. Tutti hanno un amico mistico, di quelli che hanno sempre pronta una perla di saggezza non comprensibile ai comuni mortali, o un marsupio camouflage da far invidia a Mary Poppins: dentro ci si può trovare un Vittorinox da 3 kg e millemila arnesi, una torcia a LED alimentata a uranio, un caricabatterie supplementare per cellulari, e un pennarello indelebile nero. Il resto del contenuto è ancora un mistero, anche per Mistico.

Tanti anni fa, insieme ad altri amici, sfrecciavamo nelle strade dei colli Berici: tutti avevano lo scooter ma lui era tra i pochi fortunati possessori di un’Aprilia RS Chesterfield, un cinquantino che a quell’epoca faceva sbavare ogni adolescente.

Una volta ci accontentavamo di spostarci da una piazza all’altra, o al massimo a casa di uno o dell’altro amico.

Domenica invece, visto che la sua attuale moto prende solo la polvere in garage, gli ho fatto fare almeno 250 km. I primi 250 km consecutivi per lui.

Io dovevo solamente provare ancora le valigie nuove e allenarmi il posterior a lunghe distanze in più giorni.

Un’ottima occasione per tornare al Molinetto della Croda, Valdobbiadene e Possagno, specialmente se per l’ospite di oggi era la prima volta.

Quel giorno Mistico non ha portato con sé l’abituale marsupio, ma posso solo dirvi che nel bauletto della moto aveva lì comoda una bottiglia vuota, di quelle dell’olio motore, che gli è servita per farci stare quel litro di benzina in più, che i 15 euro non ci stavano tutti nel serbatoio. Probabilmente il camouflage stonava con il suo impeccabile total black.

 

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2017 Due In Sella

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.