Il viaggio in moto da due punti di vista

Mezzana

Le alternative sono poche, in un arco di tempo che varia tra 1 ora e 1 ora e mezza di tregua dalla incessante pioggia di una domenica di una settimana più umida del solito, qui nel vicentino:

  1. annoiarsi della nebbia
  2. annoiarsi della pioggia
  3. fare una passeggiata in campagna, nella nebbia e/o con la pioggia
  4. per ammazzare la noia, iniziare a scrivere in un proprio blog, poi cambiare la grafica del proprio blog, e scrivere ancora post nel proprio blog

A pochi passi da casa (si, passi… mi son ricordato che ho anche delle gambe che non servono solo a tener dritta la moto ai semafori) c’è una poco ridente località chiamata Mezzana, in inglese Middle Earth, dove resistono un ristretto gruppo di abitanti, nelle loro case ereditate dal passato e che in molti casi sono ancora immerse nel passato.

Avevo con me la mia fedele compagna di viaggio, la mia macchina fotografica, e ho colto la palla al balzo per immortalare quel cielo grigio sopra a quel tipico angolo di Pianura Padana. Le foto parlano al posto mio, per me la campagna veneta è proprio come l’ho fotografata: vecchi casolari, tanti campi, cani liberi in una strada lunga e stretta che passa a ridosso di quelle poche abitazioni e di quei canali poco profondi. Una location ideale dove ambientare un film storico, ambientato 100 anni fa.

E quella terra di mezzo, non mi dispiace affatto: è così vecchia e affascinante, lontana dal traffico e vicina a tutti i servizi del paese che dista a poco più di 500 metri. Si tratta di un vero tuffo nel passato, tutto da esplorare a piedi o in bici (vista l’estrema vicinanza della ciclabile della Riviera Berica) perché con un mezzo motorizzato quei “sapori” scappano troppo velocemente.

Quella strada continua in direzione dei vicini Colli Berici, regalando una vista che di Villaga e delle Grotte di San Donato che dominano il colle, per poi  congiungersi con l’inizio della Dorsale Berica, sfociando ai piedi del colle di San Pancrazio, dove è ubicato il Convento Francescano che ne porta il nome.

In questi giorni (tra gennaio e febbraio), nel vicino comune di Villaga si possono degustare degli ottimi piatti a base di Ranpussolo De.Co, un erba spontanea tipica del luogo: sicuramente un’occasione in più per una visita. Qui maggiori info. 

 

Next Post

Previous Post

Lascia un commento

© 2011-2017 Due In Sella


Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.