Il viaggio in moto da due punti di vista

Il secondo solito resoconto

Già un secondo resoconto, chi lo avrebbe mai pensato! Io e un blog dove ci scrivo minchiate da oltre un anno! Pazzesco!

Nel secondo natale di questo blog, ho avuto modo di avere anche qualche piccola soddisfazione personale, con addirittura qualche commento sui miei post, o qualche cara persona che mi scrive privatamente per segnalarmi che mi segue! Tra poco mi scende una lacrimuccia… :) Non avrei mai immaginato di avere un seguito e di avere dei visitatori, davvero.

L’anno motociclistico si è concluso con meno chilometri rispetto all’anno scorso (poco più di 11.000), ma sono stati più ragionati e pensati. I viaggi che avevo in mente sono andati divinamente, la Slovenia e la Croazia sono state mete meravigliose e la Svizzera lo è stata ancor di più. I soliti giri del sabato e della domenica sono stati per lo più in luoghi che non avevo mai visitato nelle vicinanze (a poco più di 100/150 km da casa). C’è stato anche un breve viaggio in solitaria all’estero per 2 giorni, il primo in vita mia. I giri da solo poi si son moltiplicati nell’ultima parte dell’anno, quando la temperatura ha cominciato a diminuire di giorno in giorno. In tutte le avventure però ho sempre potuto far affidamento su A., la mia inseparabile e insostituibile compagna di vita, alla quale va il mio più sentito ringraziamento.

Nel corso di questo anno ci sono stati anche alcuni nuovi incontri,  di quelli che ti aprono gli occhi, con un amico psicologo e un giovane monaco buddista: il bello è che la morale della storia è una sola e si chiama consapevolezza… ma ve lo racconterò l’anno prossimo, quando approfondirò di più questo argomento che mi ha fatto tanto pensare. Importanti sono stati anche gli incontri con alcuni cari amici che ho ritrovato, che per tanti motivi avevo perso di vista per poco o tanto tempo. Persone speciali alle quali dedico, e con cui condivido a quattrocchi, questi miei racconti che scrivo qui (la maggior parte però li annoio).

Nel 2013 ci sono stati anche i sogni e i tanti progetti per il futuro che si dividono tra est e ovest dell’Italia: per ora la lista delle mie gite per il 2014 è lunghissima e cresce esponenzialmente ogni qualvolta mi guardo intorno, e mi auguro di poterle condividere anche con i miei pochi lettori digitali. C’è anche il desiderio di avere una dimora fissa tutta mia, ma quello è un’altro discorso.

Insomma, tutto questo secondo “resoconto”  in realtà è solamente la scusa per poter fare un ringraziamento a chi mi legge e a chi sopporta sempre i racconti dei miei facili entusiasmi nei confronti di quello che il mondo offre a chi lo vuole cogliere.

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2017 Due In Sella

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.