Il viaggio in moto da due punti di vista

Bologna, a modo mio

Inevitabilmente, la prima cosa che ho pensato quando sono arrivato in centro è Lucio Dalla. Non c’ero mai stato a Bologna e non so nemmeno il motivo. Anzi no, ma ci son sempre passato fuori dal centro storico in moto, sempre in direzione verso la mitica Raticosa/Futa.

Una città tanto vecchia, quanto giovane: gli edifici vecchi e trascurati all’esterno, si rivelano nel loro splendore all’interno, insieme a tutto quello che ospitano e a tutti quelli che vengono ospitati. Una città capace di catapultarti quasi in un altro mondo! Non ci sono abituato, ma ci vuole ben poco.

Poi cominci a notare che tutto è rossiccio, i muri intendo, ed è pieno di cupole di quell’incredibile verde rame che con il cielo di domenica avevano un contrasto unico. E dalle cupole si continua ad alzare la testa per scorgere tutte quelle torri. Dall’interno del palazzo municipale si vede tutta Piazza Maggiore, che mi auguro diventi al più presto Piazza Grande, che quel giorno ospitava il disegno più lungo del mondo (entrato appunto nel Guinnes World Record). Linda e Yannis ci dicono che c’è sempre qualcosa in piazza, non è mai vuota!

Poi non mancano di certo tutti quei cavi sospesi, in mezzo al cielo, che contornano qualsiasi cosa tu stia guardando. Bologna è anche questo, ed è tutto così affascinante. Si incontrano molte persone camminando, molte etnie e soprattutto molta gente non omologata. Inusuale. E ho sentito poco il tipico accento di Bologna.

Poi è una città creativa di creativi, e di comunisti quelli veri che mangiano i bambini!

Poi ci son le lasagne con il sugo alla bolognese, e le crescentine con la mortadella, con il crudo e con lo squacquerone, e l’immancabile vino rosso. Tutto nella più tipica osteria.

E poi quel mercatino dell’antiquariato incorniciato nella splendida Piazza Santo Stefano, dove ho trovato tante belle cose, e tante belle stampe di pubblicità della prima metà del secolo scorso.

E poi andateci (o ritornateci). Con il cielo grigio poi vive di una bellissima luce.

 

 

 

Next Post

Previous Post

Lascia un commento

© 2011-2017 Due In Sella


Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.